Materiale
Informativo
9 mesi fa
Via Annibale Caretta, 20131 Milano, Italia
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Sono curioso di vedere se tramite partecipaMi riesco ad ottenere una risposta su quanto e' impossibile ottenere da ATM e dal Comune, che si rimpallano le responsabilita' in un perfetto scaricabarile.frown

Un tempo il filobus 93 faceva capolinea da sempre che io ricordi in via Caretta, a due passi dalle uscite della metropolitana di Loreto. Esso era molto utile in caso di una interruzione della M2 per chi, provenendo da M1, deve recarsi a Piola, Lambrate o Citta' Studi. Era anche molto frequentato da chi voleva andare senza cambi all'Istituto Tumori.

Per motivi sconosciuti la 93 e' stata poi troncata a Lambrate (anche se il bifilare e' rimasto attivo), e sostituita dall'autobus 39 con capolinea in Caretta, che sostanzialmente riusciva comunque a fare la funzione di backup di M2 in caso di guasti e interruzioni (non a portare i pazienti direttamente all'IstitutoTumori).

Da qualche mese il capolinea della 39 e' stato spostato in via Porpora (che richiede diversi attraversamenti semaforici per arrivarci dal metro, ed e' lontano dalle uscite M2), e per giunta la 39 fa un assurdo cappio con un percorso del tutto diverso (vle Lombardia invece che vle Gran Sasso) in andata e ritorno.

Pare che lo spostamento sia stato richiesto dai residenti di via Caretta che non gradivano l'odore dei fumi di scarico degli autobus. Ora mi domando quali "maniglie" abbiano questi quattro gatti rinosmici per avere presso il Comune e ATM cosi' tanto potere da travalicare gli interessi della generalita' dei passeggeri.

Noto che se invece della 39 fosse rimasta la 93, che in quanto filobus "non puzza", il problema non si sarebbe posto.

Questa mattina M2 era soggetta a notevoli rallentamenti, per cui avrei molto gradito poter uscire in Argentina e prendere la 39. Invece l'unica scelta era la 90 (che comunque non serve Pacini/Citta' Studi), che per giunta era bloccata per un incaglio del trolley nel bifilare (con ben tre addetti ATM che cercavano invano di sbloccarlo, per fortuna i piu'  moderni VanHool potevano superare il mezzo incagliato viaggiando sulle batterie).

Ho mandato reclamo ad ATM che ha risposto che "in base al contratto di servizio che lega ATM al Comune di Milano, le decisioni riguardanti la pianificazione del servizio, la limitazione o l'estensione dei percorsi dei mezzi pubblici, non spettano in alcun modo ad ATM." Avrei dovuto ricordarmene perche' oltre sei mesi fa avevo presentato analoga segnalazione (anche se non motivata da un fatto contingente). E quella volta avevo poi scritto al Comune che aveva trasmesso al settore di competenza (ed e' da quella fonte che so che la motivazione per lo spostamento del capolinea era la richiesta dei residenti).

Per cui rinnovo l'istanza, se qui legge qualcuno del Comune, di ripristinare il capolinea in via Caretta e il percorso bidirezionale lungo vle Gran Sasso, meglio ancora se della linea filoviaria 93.

Nessuna risposta inviata