2 settimane fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Mentre il dibattito ai piani alti della cittadinanza meneghina si concentra su riqualificazioni ed abbellimenti vari della nostra città gli abitanti dei quartieri periferici continuano a vivere nelle condizioni di degrado e mala-integrazione a cui, da anni, non si pone l'attenzione dovuta (in modo serio, programmato, esecutivo............oltre a promesse vaghe ed interventi spot).

Un esempio concreto per la municipalità 6 è l'area Milizie-Schievano/Svevo che nell'ultima settimana (come ogni agosto degli ultimi anni) ha rivisto il sold-out del Camping Svevo che vede dai 5 agli 8 furgoni/camper stanziali (su righe blu, oggetto di sosta a pagamento per i cittadini, con documenti di circolazione da approfondire e verificare soprattutto per le assicurazioni obbligatorie e per le condizioni di sicurezza) cucine e bombole gpl open air (oggetto di controlli/sanzioni e divieti per i cittadini) materassi e tende e orinatoio principale Via Schievano lato gattile/fermata Bus.

Aree già in passato monitorate dalla presidenza della Municipalità 6 e dall'assessora Rozza ma, ahinoi, coi risultati di cui sopra.

Senza dilungarci oltremodo ci dobbiamo porre delle semplici domande:

Come può un cittadino accettare senza indignarsi simili situazioni che spesso ha proprie esperienze quotidiane certificate di buona integrazione con amici, conoscenti, compagni di classe dei propri figli , immigrati di diverse etnie arrivati nella nostra città negli anni passati nelle medesime condizioni (poco abbienti) dei neo definiti "migranti economici" che con impegno, onestà, educazione, rispetto per l'Italia e Milano si sono integrati al meglio condividendo con noi questi difficili tempi ?

Perchè non si prende spunto da esperienze di altre importanti metropoli europee dove comunque è stato posto un limite a questi esempi di totale rifiuto quantomeno al rispetto del territorio da parte di queste genti (il fatto che tra essi ci siano persone di nazionalità italiana è irrilevante)

La presenza dei minori obbligati a vivere senza istruzione e condizioni minime di igiene è tollerabile?

Difficile, difficilissimo ma sei mai si parte...................

Nessuna risposta inviata