0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Quando Dal 29 Settembre 2021 alle 12:00 al 07 Novembre 2021 alle 19:30
Luogo Renata Fabbri arte contemporanea
Indirizzo Via Antonio Stoppani, 15c, 20129 Milano MI, Italia

Renata Fabbri arte contemporanea è lieta di inaugurare la nuova stagione espositiva con Luna Piena (Stomaco Vuoto), seconda mostra personale di Bea Bonafini (Bonn, 1990) in galleria. In mostra una serie di opere inedite, contraddistinte da una eterogeneità di tecniche e linguaggi – fra i quali arazzi intarsiati, dipinti incisi su sughero e disegni a pastello.

A distanza di due anni dal suo ultimo intervento in galleria, l’artista mette in scena un paesaggio labirintico, in cui forme di vita umana e animale si intrecciano e confondono, disgregandosi in figurazioni ibride e amorfe. Come suggerito dal titolo, fulcro del progetto espositivo è la compresenza di due stati esistenziali divergenti, personificati nelle figure della luna piena e dello stomaco vuoto: trame allegoriche attorno alle quali Bonafini costruisce un immaginario onirico ed abissale. È proprio durante il periodo di plenilunio che la somma delle forze di attrazione dei corpi celesti comanda in lontananza il moto dei mari e degli oceani, le cui profondità, fin dai tempi più remoti, nutrono l’immaginazione umana di fantasie occulte e spesso ostili.

Ispirandosi alle narrazioni surreali di antiche mitologie orientali e agli scenari arcani di preistoriche incisioni rupestri, l’artista invade gli spazi della galleria riportando in vita figure spettrali e ossessionanti: organismi embrionali e resti di misteriose creature che nuotano nei recessi del nostro subconscio. Scheletri di colossali cetacei trasportano, all’interno dei loro stomaci vuoti, una coreografia di corpi e ossa umane fluttuanti. Immersi in un mare di stelle, scorpioni dalle sembianze antropomorfe si soffocano reciprocamente in un ciclo infinito di morte e rinascita, mentre pesci scarni si rincorrono in perpetui moti a spirale. Tumultuose e perturbanti, le rappresentazioni di Bea Bonafini lasciano così emergere tutta la loro natura erotica e viscerale, travolgendo lo spettatore in un vorace turbinio di immagini e sensazioni in continua metamorfosi.

Sospeso fra il fascino ancestrale dell’emisfero celeste e i misteri della profondità del mare, al fruitore non resta che aggrapparsi alla propria immaginazione: sciogliere confini fisici e razionali per saziare l’impulso, connaturato e primordiale, di perdersi e ritrovarsi in un’esperienza interiore. Tra realtà e fantasia, frammenti e spazi vacui in attesa di essere riempiti, Luna Piena (Stomaco Vuoto) ci esorta a varcare mondi tattili e sensuali, seducenti e al tempo stesso selvaggi, interrogando l’intimità di un’opera d’arte e il nostro rapporto, fisico e psicologico, con essa.

Chi organizza Renata Fabbri
Sito web http://www.renatafabbri.it
Nessun commento inserito... per ora