Rispondi a:

Inviato da avatar Oliverio Gentile il 30-10-2012 alle 13:02

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

SMOG. DAL COMUNE NEL 2012 IL 25%  IN PIU' DI CONTROLLI SUGLI IMPIANTI TERMICI
Nascono gli sportelli energia in ogni zona

Milano, 30 ottobre 2012. Al via il nuovo piano del Comune per il controllo degli impianti termici in città con l’obiettivo di raggiungere i 12.645 controlli, ossia il 25% circa in più rispetto a quelli effettuati nel 2011. Al via anche uno Sportello in ogni zona per fornire supporto ai cittadini sulla corretta manutenzione e degli impianti termici e sull’efficienza energetica.

“Con questo nuovo piano di controlli e l’istituzione dello Sportello energia, il Comune vuole contrastare con decisione e in modo capillare, una delle principali cause dell’inquinamento atmosferico che si ripresenta ad ogni arrivo dell’autunno. Ma non solo: l’obiettivo è anche di promuovere l’efficienza energetica come strategia di lungo periodo per rendere Milano una città sempre più sostenibile" ha dichiarato l’assessore alla Mobilità, Ambiente, Arredo Urbano e Verde Pierfrancesco Maran.

I controlli rappresentano una strategia fondamentale nelle politiche di efficienza energetica e di contenimento delle emissioni inquinanti e sicurezza, a livello europeo, nazionale e regionale. Attraverso ispezioni periodiche sugli impianti termici civili le Province e i Comuni con popolazione maggiore di 40mila abitanti verificano l’osservanza delle norme relative ai consumi energetici nella conduzione e nella manutenzione.

Il Comune ha affidato per un anno ad Amat anche una serie di compiti innovativi al fine di rilanciare l'azione pubblica in questo settore: collegare alla campagna di ispezioni un sistema di informazione e supporto al cittadino tramite l’istituzione dello Sportello Energia. Avviare l’attività di targatura, per rendere riconoscibile l’impianto e rendere più efficienti le operazioni di manutenzione e ispezione. Realizzare un’attività di censimento volta a individuare gli impianti non ancora presenti nel Catasto e ridurre le aree di irregolarità. Infine, introdurre la selezione mediante gara pubblica dei soggetti incaricati dell’effettuazione delle ispezioni.

I soggetti incaricati dell’effettuazione dei controlli saranno selezionati mediante procedura di gara ad evidenza pubblica per promuovere il miglioramento della qualità tecnica del servizio, favorire la partecipazione delle piccole imprese, attivare lo Sportello Energia in tutte le zone di decentramento e garantire le condizioni più vantaggiose per il Comune.

Lo sportello, in particolare, fornirà supporto agli utenti sui temi che riguardano la corretta conduzione e manutenzione e degli impianti termici e sui compiti di controllo di competenza del Comune. Inoltre, fornirà informazioni, formazione e supporto ai cittadini nell’effettuazione di interventi di efficienza energetica, ad esempio sugli  incentivi statali, regionali e comunali e la certificazione energetica degli edifici.  

Lo sportello rappresenterà anche il fulcro per l’organizzazione di eventi e incontri rivolti a cittadini, amministratori di condominio e associazioni di categoria anche con lo scopo di promuove territorialmente una nuova cultura sulle energie sostenibili, come prescritto dal Patto dei Sindaci, sottoscritto dal Comune di Milano a livello europeo.

Verranno avviate in modalità start-up le attività di produzione e distribuzione della “targa” dell’impianto termico o “Bollino Blu”, secondo i termini e le modalità previste da Regione Lombardia. La targa consentirà l’individuazione immediata dell’impianto e un rapido accesso alle informazioni che lo riguardano, in futuro anch e attraverso accesso da remoto, in modo da rendere più efficienti le operazioni di manutenzione e controllo per i soggetti che operano sull’impianto.

La targa renderà più agevole l’individuazione di eventuali impianti non registrati al catasto e tutte le attività di pianificazione energetica degli interventi di efficienza nel Comune di Milano. Inoltre servirà a identificare gli impianti non individuabili con certezza a definire un metodo per l’individuazione delle possibili duplicazioni o lacune dell’attuale catasto degli impianti termici con l’obiettivo di individuare eventuali impianti mai controllati e rintracciare le possibili situazioni di evasione.

Accedi

Devi inserire Nome utente e Password per inviare un messaggio. Se non li hai prosegui inserendo il contenuto della risposta e i dati personali (nome, cognome e email) oppure Registrati

L'accesso a questo sito è possibile anche per gli Aderenti alla Rete Civica di Milano selezionando nel menu a tendina la voce "Aderente della Rete Civica di Milano".

Contenuto della risposta