Rispondi a:

Inviato da avatar Salvina Inzana il 17-01-2013 alle 01:14

@Igor Daldosso... proprio perchè le piante possono apparire in buona salute è segno di attenzione, da parte del Comune, l' informativa di un abbattimento! E il tempo di mettere un cartello c'è sempre, anche perchè il taglio non viene certo deciso all'istante! Ricordo (qualche anno fa) un residente di Quarto Oggiaro appassionato di alberi, andava al Parco di Villa S. tutti i giorni ad ammirare uno splendido pino rosso. Una mattina non l'ha più trovato e c'è rimasto malissimo. Lo raccontava a tutti ma non ha voluto chiedere informazioni e, da quell' episodio, è diventato sospettoso e non si è più fidato del Comune. Gli era pure passata la voglia di andare al parco. Se il pino era stato abbattuto dal Comune sarebbe bastato un cartello che avvisasse. In merito agli abbattimenti nel nostro parco ho avuto modo di verificare, più di una volta e certo non da sola, come la realtà fosse diversa da quella ufficialmente dichiarata a voce. Grazie alla richiesta delle documentazioni fitostatiche è risultato, per esempio, che gli operai della cooperativa avevano sbagliato abbattendo alberi sani. E' successo con le araucarie per esempio. Erano tre, sanissime e sono state tagliate per disattenzione... e così anche altre piante. E' successo anche nel giardino della mia scuola. Con tanto di ammissione e richiesta di scuse da parte della Parchi e Giardini. Dopo tali ripetute esperienze se un'operazione non convince ritengo giusto, ai fini della trasparenza chiedere. No? In merito all'informativa preventiva continuo pertanto a ritenerla importante e rispettosa nei confronti del cittadino. Un albero è un essere vivente con un ruolo importante in qualunque contesto e insegniamo ai bambini a rispettarli in quanto non è un oggetto. C'è tutta una campagna nazionale, europea e mondiale che incentiva, soprattutto le nuove generazioni, a stabilire una relazione con gli alberi, adottarli ecc. (anche a scuola arrivano molti progetti del genere). Ma a che serve tale campagna educativa se un mattino non si trovasse più l'albero "adottato" perchè rimosso come nulla fosse? Che messaggio si trasmetterebbe? Del resto quando ho chiamato la Parchi e Giardini mi hanno risposto, scusandosi, che l'informativa è regolarmente contemplata ma è sempre la cooperativa a dimenticarsene. Dovremmo essere di più a pretendere il rispetto di questa norma.

Accedi

Devi inserire Nome utente e Password per inviare un messaggio. Se non li hai prosegui inserendo il contenuto della risposta e i dati personali (nome, cognome e email) oppure Registrati

L'accesso a questo sito è possibile anche per gli Aderenti alla Rete Civica di Milano selezionando nel menu a tendina la voce "Aderente della Rete Civica di Milano".

Contenuto della risposta