Rispondi a:

Inviato da avatar Enrico Vigo il 26-04-2013 alle 10:11

Se qualcuno volesse prodigarsi dalla Barona o da Via Famagosta alla volta del Duomo in bici sarebbe costretto a percorrere un Camel Trophy di marciapiedi, pavè, percorsi frazionati, pericolosi e non protetti, un rischio che è sconsigliabile correre. Eppure siamo in pianura e la bici dovrebbe diventare di nuovo il mezzo più fruibile per le corte distanze, e per il pendolarismo verso il centro dalla immediata periferia. Che cosa bolle in pentola su questa tratta al riguardo?

Accedi

Devi inserire Nome utente e Password per inviare un messaggio. Se non li hai prosegui inserendo il contenuto della risposta e i dati personali (nome, cognome e email) oppure Registrati

L'accesso a questo sito è possibile anche per gli Aderenti alla Rete Civica di Milano selezionando nel menu a tendina la voce "Aderente della Rete Civica di Milano".

Contenuto della risposta