Rispondi a:

Inviato da avatar Andrea Guani il 27-08-2011 alle 23:40

Buonasera,

tornando dall'Arianteo di Porta Venezia non ho potuto non notare una situazione davvero antipatica (che credo possa anche degenerare dato l'elevato fastidio e senso di impotenza da parte del cittadino).
La pista ciclabile è letteralmente presa d'assalto dai ragazzi che vanno al pub/baretto di fianco ai giardini Indro Montanelli. Presa d'assalto non è affatto una esagerazione. Ci sono ragazzi in piena pista con le birre in mano e addirittura gruppetti di ragazzi che si siedono per terra a chiaccherare. I ciclisti (e non sono pochi!) che ho visto passare nell'arco di 5 minuti che sono stato lì a guardare erano tutti visibilmente irritati dalla situazione (che evidentemente è quotidiana) e dal disagio.

Capisco che l'inciviltà è di moda, difatti uscendo dall'Arianteo ho notato con tristezza e rammarico che tutte le mamme con i bambini passeggiavano allegramente nella pista ciclabile (con relative bestemmie varie dei ciclisti) e che non si spostavano nemmeno quando una bicicletta gli puntava contro, ma dato che con l'educazione civile non si nasce, evidentemente, è possibile dare un occhio a questa situazione?
Basterebbero un paio di vigili in bicicletta che passassero una volta ogni tanto per dire ai ragazzi che non ci si siede sulla pista ciclabile. Piccole cose che sono sicuro farebbero piacere a tutti quei ciclisti che pensano, ingenuamente, che la pista ciclabile sia... dedicata alla bicicletta.

--
Ho scritto anche al Presidente di Zona, ma volevo condividere il pensiero (e il problema) anche con tutti i frequentatori del Forum.

Accedi

Devi inserire Nome utente e Password per inviare un messaggio. Se non li hai prosegui inserendo il contenuto della risposta e i dati personali (nome, cognome e email) oppure Registrati

L'accesso a questo sito è possibile anche per gli Aderenti alla Rete Civica di Milano selezionando nel menu a tendina la voce "Aderente della Rete Civica di Milano".

Contenuto della risposta