Rispondi a:

Inviato da avatar Gianluca Gennai il 24-03-2016 alle 03:06

Buongiorno;

da un'idea di riqualificazione prende corpo una bonifica che porta in sè un messaggio di apertura verso la memoria del quartiere che in questo caso ci rimanda al 1700, epoca in cui la zona era un territorio di vacanza e di caccia per una delle famiglie più significative della città ( CAIMI-FENOLI ).

Tra i maggiori fruitori dell'area di caccia, le cronache citano Ludovico il Moro che in zona aveva la casa di caccia poi divenuta Villa Scheibler.

Villa Caimi - Fenoli condivide il parco con Villa Scheibler, gioiello della Milano del 1300, quando questa zona era parte confinante con il comune di Musocco, della Vialba e di Quarto Oggiaro.

E' previsto un completo recupero attraverso finanziamenti assegnati tramite bando, a soggetti in grado di mettere in piedi un progetto sostenibile improntato sull'utilizzo pubblico. Purtroppo non si hanno notizie in tal senso tranne un'operazione di messa in sicurezza dell'area oggetto di vandalismo e "refugium peccatorum" di sbandati e tossicodipendenti ( 300.000€ ) .

C'è da dire che il bando, in allegato ( minimo 3.000.000€ ) è saltato più volte o sospeso o rimandato, per questo domando ai componenti del CDZ8: c'è ancora la volontà di riportare alla luce questo pezzo di storia cosi significativo per il quartiere?

Ci sono state o ci sono  aziende interessate al restauro?

In allegato alcuni dettagli.

Gianluca Gennai


Accedi

Devi inserire Nome utente e Password per inviare un messaggio. Se non li hai prosegui inserendo il contenuto della risposta e i dati personali (nome, cognome e email) oppure Registrati

L'accesso a questo sito è possibile anche per gli Aderenti alla Rete Civica di Milano selezionando nel menu a tendina la voce "Aderente della Rete Civica di Milano".

Contenuto della risposta