Rispondi a:

Inviato da avatar Andrea Rota il 29-10-2011 alle 19:31

Mi sembra del tutto logico che all'aumentare della richiesta di un dato bene e al conseguente aumento della diffusione del bene stesso ci sia un maggiore interesse per i malavitosi in questo particolare articolo... e sarà sempre peggio!

Per altro, l'idea di apporre una "targa" alle biciclette mi sembra assolutamente ottima anche per i seguenti motivi forse ben più importanti.

La bicicletta, come recita il codice della strada, E' UN VEICOLO

tutti i veicoli  devono per legge attenersi al codice della strada comprese le biciclette (cosa che non mi sembra nessun ciclista si sogni minimamente di prendere in considerazione).

D'altra parte risulta anche complicato per un vigile identificare il suddetto VEICOLO inquanto sprovvisto di targa. Ne consegue che anche le biciclette devono essere targate.

Però, come si può pretendere che il ciclista conosca le regole della strada se nessuno gliele insegna? Quindi, così come capita per i ciclomotori, deve essere d'obbligo una sorta di "patentino" anche per i ciclisti.

Assistendo al proliferare disordinato, caotico ed anarchico del traffico ciclistico in città o soltanto aumentando la densità dei normali "pedalatori",  chiunque ha sotto gli occhi l'effettiva pericolosità che quest'uso del veicolo comporta sia per i ciclisti stessi sia per i pedoni (ormai ospiti mal tollerati anche e soprattutto sui marciapiedi !!!) sia per le vetture che spesso, al fine di schivare la bicicletta che, ad esempio, al buio e senza fanale sbuca da un senso vietato stretto del centro, sono costrette a manovre e frenate improvvise. La domanda che si pone con forza è: se un ciclista provoca un incidente o urtando ad esempio un'anziana la fa cadere e le reca un danno grave (è davvero già successo che ne abbia causato la morte!) o lo cagiona a un bambino in carrozzina o a un semplice passante o solo causa un danno ad un altro veicolo, CHI PAGA?

Ne deriva dunque che anche le biciclette così come qualsiasi altro VEICOLO terrestre, nautico od aereo debba obbligatoriamente essere munito di ASSICURAZIONE RC.

...E già che ci siamo, al fine di contenere anche i danni che possano causarsi i ciclisti stessi e nell'ottica di un risparmio per le casse della sanità pubblica, sarebbe opportuno rendere obbligatorio anche l'uso del caschetto protettivo (lo si usa ormai per qualsiasi attività!).

Vorrei quindi far notare al Sig. Sindaco che è bellissimo promuovere l'uso dei velocipedi in città e trasformare Milano nella Pechino di noi altri ma è suo inderogabile dovere provvedere a che questo non rechi danno e diventi un pericolo per tutti i suoi cittadini.

Accedi

Devi inserire Nome utente e Password per inviare un messaggio. Se non li hai prosegui inserendo il contenuto della risposta e i dati personali (nome, cognome e email) oppure Registrati

L'accesso a questo sito è possibile anche per gli Aderenti alla Rete Civica di Milano selezionando nel menu a tendina la voce "Aderente della Rete Civica di Milano".

Contenuto della risposta