Materiale
Informativo
7 anni fa
Viale Francesco Crispi, 2, 20121 Milano, Italia
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Quale può essere il motivo che porta a tanti furti negli appartamenti dello stabile di piazza 25 Aprile, 3?

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/12_settembre_19/furti-piazza-xxv-aprile-palazzo-dei-ladri-2111880870654.shtml

Accanto al portone la scritta con i numeri dei piani svaligiati

Un furto ogni tre appartamenti
Il mistero del «palazzo dei ladri»

Piazza XXV Aprile, allarme al civico 3: boom di incursioni nell'ultimo mese. Molti anziani impauriti

Il condominio bersagliato dai ladri (Fotogramma)

 







MILANO - Gli spaventati inquilini del civico 3 di piazza XXV Aprile non lasciano più nulla al caso. La paura alimenta la suggestione e viceversa, perché del resto questo è: sette piani, quattordici appartamenti in tutto e dei quattordici soltanto nell'ultimo mese ne sono stati svaligiati quattro. Sabato un residente ha poi sventato un quinto assalto quasi rimediando una coltellata. E fuori dal portone, sul muro, adesso cancellati dagli stessi abitanti c'erano tre numeri dei piani dove sono avvenuti i colpi: 1, 3 e 7. Per la verità e per il momento il 3 è stato risparmiato ma forse proprio al terzo era destinato quel malvivente armato e messo in fuga. Gli inquilini mostrano e mostrano di nuovo i numeri sul muro davvero con una certa angoscia, convinti che le cifre siano una prenotazione, una minaccia; convinti che qualcuno li abbia messi nel mirino e che le razzie siano inesorabili se non addirittura una punizione dal cielo.

Per essere strana questa storia lo è. Il palazzo (privo di portinaio) è collocato in una zona di pregio, nel mezzo tra piazza XXV Aprile e corso Garibaldi. Non è, lo stabile, un pezzo di storia architettonica di Milano. Le famiglie che lo abitano - i diretti interessati tengono a ripeterlo - non sono milionarie, non hanno sangue blu, non provengono da dinastie asburgiche e men che meno possiedono collezioni d'arte e tesori nascosti. Il civico 3 ha un piccolo cortile con poche biciclette parcheggiate, rampe di scale, un ascensore datato, interni ben tenuti ma comuni, non da rivista. Per quale motivo i ladri han preso di mira il condominio? Hanno avuto false informazioni sulla possibilità di bottini da record? Quale la ragione dell'insistenza? Polizia e carabinieri sono stati informati dei fatti. L'amministratore di condominio ha fatto sapere che stamane andrà al Comando dell'Arma in via Moscova per due motivi. Primo, lanciare l'allarme e, secondo, sollecitare interventi. Vedremo se terrà fede all'annuncio. Dopodiché da dove potrebbero cominciare le forze dell'ordine? Dalla piazza.

In piazza XXV Aprile, e ancora una volta potrebbe essere la paura che alimenta la suggestione e viceversa, da un pezzo di tempo sostano figure sospette. Questa la versione e le convinzioni sempre degli abitanti del civico 3 i quali quotidianamente - e così è avvenuto ieri accompagnando il Corriere in una visita guidata pomeridiana - hanno notato e continuano a notare ragazzi fermi seduti anche per tre ore di fila con l'occhio puntato sui portoni della piazza; uomini vestiti da muratori e da operai all'identico modo seduti immobili per ore e ore; coppie mai viste prima nei dintorni con un cane al guinzaglio che dalla piazza passano agli ingressi dei condomini e sbirciano sui citofoni.

Nei quattro furti i ladri hanno arraffato quanto c'era a disposizione. Quel che c'era prendono senza differenza e pregiudizi. Sono degli sciacalli. Hanno perfino rubato i vestiti di una povera anziana. Piazza XXV Aprile è quel luogo che per sei anni ha atteso il completamento del cantiere di riqualificazione. La piazza è stata riaperta a luglio. In quei sei anni gli spacciatori l'avevano conquistata. Finito il cantiere, era il ritornello ripetuto, qua torneranno la pace e l'armonia.

Andrea Galli 19 settembre 2012 | 11:16

Nessuna risposta inviata