Materiale
Informativo
8 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Progettare il verde del futuro: tra psicologia, architettura ed agronomia.

Il verde da sempre ci offre sensazioni piacevoli e di benessere che attraversano i nostri sensi: dallo spettacolo di luci ed ombre che produce quando gioca con il sole e in cui ci rifugiamo quando corriamo, alle sensazioni caleidoscopiche che i colori offrono agli occhi, ai profumi che fanno riaffiorare piacevoli ricordi, al fruscio delle fronde al vento che ci culla e riempie il silenzio durante una passeggiata, alla bellezza ed all’opulenza che alcune essenze ci offrono.

E dunque come non appassionarsi alla cura del verde? Verde che è sempre più presente anche nei mass media, tanto da fare del garden design un vero e proprio spettacolo popolare, persino di gran moda. Ma il verde è anche uno straordinario protagonista di tante esperienze di vita e professionali!

Proprio su questo si lavora e si discute da tempo all’Università di Bologna, e si continua ad innovare, formando nuovi esperti, che uniscono passione, competenza e creatività.

Il Giorno del Fascino delle Piante, un evento in contemporanea mondiale che a maggio vedrà anche l’Università di Bologna organizzare eventi aperti a tutti i cittadini per affascinare con l’importanza delle piante per la vita di noi tutti (per nutrirci, vestirci, curarci, vivere bene), sarà la cornice ideale sia per celebrare un traguardo che per dare l’avvio ad una nuova sfida: il decennale del corso di laurea sul Verde e il paesaggio e l’inaugurazione di un corso post laurea innovativo, con un mix inedito e straordinario composto da psicologia ambientale, piante ornamentali e architettura del paesaggio. Conoscere le piante, capire come essenze, colori, profumi, composizione degli spazi possono migliorare il benessere e la salute delle persone, e comunicare al meglio l’immagine di un’azienda, piuttosto che il carattere del proprietario di casa, o incontrare le richieste degli enti pubblici. Con lezioni, ma anche learning by doing, quindi tanto laboratorio di progetto e workshop seguiti da docenti e tutor specializzati. Obiettivo: imparare a fare un progetto olistico del verde.

Informazioni e riferimenti sul sito: dipsa.unibo.it/corsoformazioneverde


Nessuna risposta inviata