Materiale
Informativo
9 anni fa
Via Giacomo Quarenghi, 28, 20151 Milano, Italia
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Alle ore 20 deve iniziare il consiglio.

Fino alle 20 h 10 min non c'è niente da fare, si sa, siamo in Italia

Finalmente inizia.

Il presidente da timido è diventato deciso e redarguisce i consiglieri che fanno casino (insomma che si fanno i fatti loro).

Si fa l'appello: non si sente se il consigliere presente dica presente, e non si contano, che io mi accorga i presenti e gli assenti: nel corso della seduta entrano vari individui di diversi partiti che, inspiegabilmente avrebbero dovuto essere segnati come assenti ma..... forse il gettone di presenza modifca le prospettive: presidente di consiglio di zona 8, mi dai cortesemente una spiegazione, per favore ??

Si presentano interpellanze: pensavo di assistere alla discussione sul finanziamento di 320.000 €, ma si vede ho capito male

Una noia mortale.

Capisco bene che su 40 consiglieri ce ne siano 32 o 33 o forse 30 e dai 5 ai 7 guardino con attenzione maniacale tablet e telefonini, quelli giovani, uno faccia forse un suo lavoro, poi legga il giornale, poi le parole crociate, altri sembrano attenti, altri hanno lo sguardo perso nel vuoto, uno lavora assieme ad uno del pubblico, altri.......

Dei consiglieri giovani cazzeggiano, parlando per buona parte del consiglio, solo timidamente redarguiti dal presidente che li aveva proprio di fronte a lui: presidente fatti sentire di più, perchè sei tu a fare la brutta figura, e so che sei una persona onesta e capace, ti ho già visto. Io castigeherei di più i mei compagni di partito che quelli dell'opposizione, solo per mostrare la mia onestà.... mi capisci, vero ??

Presidente, la prossima volta espelli i consiglieri più disturbatori e assenti per favore...

Qualcuno, che pure poi si riscatta, parla di ratti di fogna: magari un pò di rispetto in un consiglio per coloro che non la pensano come te, vero ?? Intuisco ma non so chi siano.

La maggior parte delle discussioni della prima parte della riunione sono stupidaggini di poco valore, mentre, e mi ricredo, la seconda parte è più interesante.

Si parla di problemi concreti, ma da un privato visti con un approccio superficiale.

Mozione per mettere in sicurezza l'auditorium per 800.000 €  per poi darlo al piubblico che vi farà riunioni, feste, riunioni condominiali e si prenderanno dei soldi: si ma il budget di entrate quant'è ?? Solo giudizi qualitativi, insomma aria fritta.

Un paio di consiglieri mi piacciono: uno parlava di regolamentare il QT8 vincolandolo: l'opposizione si oppone e male, ma forse il relatore non era stato chiaro, poi chiarisce garabatamente, che i vincoli devono essere adattati al QT8 non presi generici e si possono armonizzare con le necessità abitative del quartiere.

Mi piace molto il segretario, non so come si chiami, non so neanche sicuramente che sia il segretario, in ogni caso siede alla sinista del presidente e che avevo scambiato per un dirigente comunale. Sicuramente è di sinistra, mi sembra minuzioso e preparato. E' uno di livello elevato, sicuramente in altezza (dovrebbe sedere dal lato opposto della sale, altrimenti picchia la zucca...).

Qualche piccolo scazzo, ma poi finisce, tra battute ed ironia, tutto tarallucci e vino, anche per l'investimento di 800.000 € per l'auditorium, votato da tutti meno che da Castallani, che dice giustamente diventerà una cattedrale nel deserto inusata: ho avuto una pessima impressione, come non si potesse non fare l'investimento. Ovviamente destra e sinistra e centro potranno spiegare qui la necessità di riattivare una sala ferma dla 2005 spendendo per una piccola cosa, una piccola cosa inutile, 800.000 € invece di aiutare le famiglie, italiane, bisognose.

Il consiglio è finito stranamente alle 23,30, veramente lungo e non posso dire che non abbia lavorato.

Posso dire che se fossero stati presenti 15 assessori, sarebbero stati troppi, tanto gli altri facevano i fatti loro.

Non è un bell'esempio, destra e sinistra e centro, conservatori e progressisti, sedentari e rivoluzionari, i cittadini vi guardano.

Pensando che ci sono 9 zone ed ogni zona ha 40 consiglieri, per un totale almeno di 360 consiglieri, ma forse il calcolo è diverso, penso che i milanesi buttano via un sacco di soldi per ottenere poco: e la Benelli vuole riportare le zone a 21 ??

Nessuna risposta inviata