Materiale
Informativo
5 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Egregio Giuliano Pisapia, sindaco di Milano con
Assessore alla Sicurezza Granelli
Assessora all'Arredo Urbano Bisconti
Assessore all'Ambiente Maran
Assessore al Turismo D'Alfonso
Comandante Polizia Locale Mastrangelo
 
Il 14 febbraio è stata la festa per il risparmio energetico.
Di più, il 2014 è l'anno europeo dedicato alla Green Economy mentre il 22 ottobre è la giornata mondiale dell'energia, ahimè passata anche quest'anno sotto silenzio.

L'economia verde cura e valorizza l'immenso patrimonio italiano di bellezza,  genera ecoquartieri in città e paesi intelligenti. Capita però che ogni giorno viviamo emergenze per ambiente e clima impazzito, acque anossiche (acque prive di ossigeno), depauperamento rapido delle risorse e dell'energia, luoghi inquinati e disordinati, così l'impronta economica e il benessere personale sono compromessi.
Di piu, i cambiamenti climatici non fanno prevedere niente di rassicurante nel futuro e noi tendiamo ad ignorare il futuro.
Quello che verrà dopo di noi e non nel quotidiano e nel domani imminente.

Come cittadini amanti della propria città proponiamo da sempre l'impegno personale, piccole azioni positive e una responsabilità sociale di ciascuno di noi - perchè a casa proprio forse si ha più rispetto ma in pubblico si nota il contrario.

Esempi:
a) cicche e mozziconi di sigarette ancora accese!! lanciate dalle scale e dai finestrini con tutti i gravissimi pericoli del caso (colpiscono pupetti sui passeggini, provocano incidenti e incendi), buttate per terra ancora accese!!  Osservare lo sconcio dei tappeti alle fermate dei tram e dappertutto.
b) sprechi enormi e infiniti per luci lasciate accese giorno e notte, fine settimana compresi! nei bagni, in uffici vuoti, anditi ecc. Chiaro che non sono luci di emergenza nè di sicurezza e si viene anche redarguiti se con garbo si vuole apporre una simpatica vignetta per invitare a spegnere!
c) motori lasciati accesi incuranti dell'inquinamento e degli incagli che provocano: "un secondo, me ne sto andando, prendo solo una cosa".

Chiediamo agli Amministratori pubblici di farci sapere gli interventi adottati nel più breve tempo possibile e senza esitazioni o barocchismi.
Grazie e a rileggerci per congratularci per quanto operativamente realizzato.

Aldo, Cinzia, Lucilla, Ruggero e Silvio
Nessuna risposta inviata