Materiale
Informativo
6 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Come si evince dall'articolo del Corriere della Sera, la pista Ciclabile di viale Tunisia sembra essere osteggiata anche dai ciclisti, in particolare viene criticata da tal Simone Dini del sito Bikeitalia.it e da niente di meno che il presidente di Ciclobby, Eugenio Galli. A parte il fatto che tirare in ballo i ciclisti di Milano citando il commento di uno sconosciuto utente di un sito internet (l'articolo per il 90% è incentrato sul suo commento) mi pare veramente scorretto, il Corriere farebbe bene anche a pubblicare la replica del comune di Milano.

Lasciando stare per un attimo la correttezza del Corriere, sono rimasto veramente sconcertato dal commento del presidente del Ciclobby che è sempre stata un'associazione molto esperta e competente in tema di ciclabilità, portando le sue tesi con argomentazioni ben poste e sostenute sempre da dati, ricerche e valutazioni da parte degli studiosi ed esperti del settore.

Eugenio Galli ha commentato la pista ciclabile di viale Tunisia dicendo: "Ci sono ciclabili non indispensabili. Come quella di viale Tunisia". Viale Tunisia è una delle vie più larghe di Milano, è dedicata quasi totalmente al traffico automobilistico e permette il collegamento con altre piste ciclabili della città (come descritto nella replica del comune) se la pista ciclabile di viale Tunisia non è indispensabile quali sono le piste ciclabili da costruire? Avete ragione a dire che la ciclabilità di una città non si misura a chilometri di piste ciclabili ma non per questo bisogna essere ostili alla loro costruzione.

Allegati (2)

Viale Tunisia, ciclisti contro la corsia per le bici: «Follia economica»

0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

La ciclabile di Viale Tunisia: replica del Comune di Milano

0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
avatar Michele Sacerdoti 6 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Sono perfettamente d'accordo con la risposta del direttore del progetto ciclabilità del comune di Milano Fabio...
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
nel fare i progetti, gli insegnati, mi dissero di fare queste domande: chi, cosa, come, perchè, quando, è...
avatar Andrea De Gradi 6 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Ricordando ancora una volta che il comune di Milano ha fatto una replica a questo intervento , vorrei...
avatar Eugenio Galli 6 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Caro Andrea De Gradi, mi spiace averla sconcertata. Vorrei però far presente che anche Eugenio Galli,...
avatar Andrea De Gradi 6 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Perdonami, la mia non è una mancanza di rispetto ma sui forum di internet mi sento più a mio agio a dare del...
avatar Eugenio Galli 6 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Andrea, concedimelo: non sono così ingenuo da pensare che un giornalista mi interpelli sui temi della mobilità...
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Risposta pertinente ad una attività comunale inutile.
avatar Federico Cupellini 6 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Primo incontro del ciclo: "Raccontare la mobilità ciclistica" Insieme ai tecnici di FIAB Milano Ciclobby...
avatar Corrado Sangalli 6 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Sono un ciclista che utilizza giornalmente la bici per recarmi al lavoro su un percorso piuttosto lungo (12...