Materiale
Informativo
5 anni fa
Via Giovanni Pastorelli, 19, 20143 Milano, Italia
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Vorrei porre all'attenzione di tutti l'ormai consolidata abitudine di non rispettare alcuni sensi unici presenti nella mia zona, da parte degli abitanti del quartiere... ma non solo!

Porto ad esempio l'incrocio, tra Via Carlo D'Adda e Via Pastorelli, incrocio che ho sotto gli occhi tutti i giorni oramai da 20 anni.

La figura mostra i sensi unici di percorrenza delle vie interessate.

Più volte al giorno mi capita di vedere che chi proviene da Via Villoresi (in alto a destra nell'immagine) per accedere al parcheggio percorre un tratto di Via Pastorelli in contromano (come indicato dalla freccia rossa). Tutto questo per far prima ed evitare di fare il giro dell'isolato ed accedere al parcheggio dall'ingresso evidenziato dalla freccia verde.

Con percentuali prossime al 100%, invece le moto e biciclette che provengono sempre da Via Villoresi e vogliono raggiungere il ponte delle Milizie, percorrono tutto questo tratto di via in contromano!!!

Aggiungo che da quando il famoso negozio di strumenti musicali "Lucky Music" (assolutamente non responsabile dell'inciviltà dei cittadini, sia ben chiaro) si è spostato da via Sala all'inizio di Via Carlo D'Adda, sempre più spesso gli automobilisti che da Via Sala vogliono raggiungere il negozio svoltano a destra in via D'Adda percorrendola contromano!!!!!

Inutile sottolineare la pericolosità di questi comportamenti, che mettono a repentaglio prima di tutto la vita dei pedoni i quali attraversando la strada non si aspettano che auto/moto/biciclette arrivino contromano (ai miei figli dico sempre: "prima di attraversare guardare da entrambe le parti... non si sa mai!"); ma è messa a repentaglio anche l'incolumità di coloro che violano il codice della strada, in quanto ci sono molti passi carrai e ci vuole un attimo perché una macchina o un camion escano guardando solo dalla parte da cui si aspettano che i veicoli arrivino!!!

Tutta la segnaletica, necessaria per la gestione dell'incrocio e dei sensi unici è presente e completa.

Mi premeva solo sottolineare come certe occasioni di pericolo, per sé e per gli altri, ce le andiamo proprio a cercare, adottando comportamenti scorretti. Scorrettezza alla quale spesso si accompagna l'arroganza e maleducazione di quelli che quando gli fai notare che stanno andando in contromano ti rispondo: "Ma tanto è solo un pezzo" oppure "La via è larga e ormai sono arrivato alla fine", fino al classico "Fatti i ca.... tuoi!!!"

Sarebbe auspicabile che la Polizia Locale monitorasse maggiormente l'incrocio, al fine di dissuadere da tali comportamenti pericolosi.

Nessuna risposta inviata