6 anni fa
5 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 2 persone.

Gentile Assessore,

volevo sottoporle la candidatura all'Ambrogino - Attestato di Civica Benemerenza del Festival MIX di cinema gaylesbico e queer culture. Questo festival cinematografico internazionale italiano si svolge a Milano tutti gli anni ininterrottamente dal 1986, generalmente nei mesi di luglio e giugno, nel cosiddetto mese dell'orgoglio lgbt, in concomitanza (dal 2001) con il Milano pride.

Nato nel 1985 come rassegna cinematografica dedicata ai film a tematica lesbica, gay, bisessuale, transgender e queer l'evento era originariamente organizzato dal Centro di Iniziativa Gay, Arcigay, da l'Altro Martedì, Babilonia e A. S.A e  nel corso degli anni questo evento ha saputo creare reti, stimolare la nascita di nuove realtà culturali in altre città italiane, rinnovarsi, vivere e rappresentare il cambiamento di questi trent'anni trascorsi dalla sua prima edizione. Organizzato oggi dall'Associazione Culturale MIX Milano, in collaborazione con l'associazionismo (non solo lgbt) milanese, Festival Mix è  fondatore e parte del Milano Film Network.

Inizialmente la visione dei film si è svolta presso il Cinema Paris di Milano. In seguito la sede delle proiezioni è stata spostata al Cinema Pasquirolo, al Teatro Manzoni e dal 2005 al Teatro Strehler, Piccolo Teatro di Milano.

Da omosessuale, ma anche da militante e da privilegiato attivista che ha potuto, per un pezzetto della sua storia, contribuirne alla riuscita, il Festival MIx rappresenta un appuntamento che ha saputo ripresentarsi ogni anno come un puntuale interprete dei desideri, delle passioni, dei nostri dilemmi e non da ultimo, delle battaglie di parità, uguaglianza e laicità non solo della comunità di cui faccio parte. Assieme ai piccoli e grandi cambiamenti di cui siamo stati partecipi e/o testimoni sia nella comunità lgbt come nella società, il Festival Mix è una ricorrenza felice, un compagno di viaggio, sempre se stesso, ma sempre nuovo, una tradizione fatta di aggregazione, confronto, scambio e crescita a disposizione di tutti senza discriminazioni di identità, orientamento e appartenenza.

Credo che il Festival MIX rappresenti un patrimonio pubblico, un civico baluardo di cultura e un esercizio consapevole e consolidato di libertà di pensiero, e non credo di esagerare considerandolo uno dei più bei regali della comunità lgbtq milanese alla città di Milano. E credo di conseguenza che l'attestato di civica benemerenza, nell'anno di compimento del suo 30mo anno, sarebbe la legittimazione non solo di un evento, ma di un'intera comunità.

Cordialmente,

Marco Mori

Nessuna risposta inviata