10 mesi fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Non voglio andare contro questo o quel amministratore e partito, perché in qualche modo sarebbe favorire la fazione opposta.

Io ce l'ho con tutti perché non è accettabile di essere truffati a questo modo e dover solo subire, senza mai responsabili, come se tutto fosse lecito.

La rabbia mi è nata (ma è solo uno dei tanti episodi) alla fermata della 93 di via Campania/Corsica.

14 minuti da aspettare ho avuto modo di osservare un cartellone attaccato a un palo lì vicino.

Cartellone enorme, tanto a filo della strada da essere stato urtato e piegato da un veicolo in transito (probabilmente un bus di linea); sul retro la targhetta credo obbligatoria per legge ma senza nessuna indicazione né del comune né dell'ordinanza negli appositi spazi.

Evvabbè, burocrazia, a noi cittadini non crea danno se il comune si dimentica cose come queste (se siamo noi a dimenticarle però sono multe salate).

Noto che il cartello pare essere prodotto da una onlus di Brescia.

Evvabbè, si vede che a Milano non esistevano ditte capaci di farlo, o non a quel prezzo, ma perché una ONLUS?

Perché una ditta che svolge un lavoro normale in competizione con altre realtà deve essere una onlus?

Sta facendo volontariato, beneficenza?

Vabbè, ci sarà stato un motivo, qualcuno avrà risparmiato un po' di soldi...

Giro dall'altra parte del cartello e a caratteri cubitali c'è scritto che per favorire i lavori alla metro 4 in viale forlanini il traffico è difficoltoso.

Vabbé, già parlato di come questa Metro 4 sia stato e sia un orpello inutile per Milano, nato con la scusa di expo e finito...

Appunto: noto che sul cartello è stato apposto un adesivo per posticipare la data di ultimazione lavori, e qui mi sono arrabbiato.

Non l'hanno spostata di qualche  mese o all'anno successivo, no.

La data originale era a febbraio 2015 la nuova data parla di febbraio 2022.

Si sono sbagliati giusto di 7 anni, può capitare.

Mai possibile che ingegneri e tecnici comunali pensassero di finire per il 2015? (scusa con cui sono stati fatti lavori in deroga, in fretta e male perchè lavorare di fretta e in deroga vuol dire lavorare male)

Impossibile, almeno che non siano dei totali incompetenti.

E allora è chiaro che il comune ci racconta quel che vuole, quello che gli fa comodo, e magari la prossima volta su quel cartello ci sarà un nuovo adesivo con scritto 2035...

Tanto a cosa serve dare indicazioni?

Cosa serve mettere adesivi dietro i cartelli se poi nessuno li compila?

Cosa servono le regole se il primo a fregarsene è chi le ha messe?

Forse servono a convincerci che sono inutili, perché chi vuole rubare ha paura delle regole (giuste) e allora cosa c'è di meglio che fare un sacco di regole assurde, difficili da seguire, che creano solo preoccupazioni ai cittadini senza alcun vantaggio e da cui sono esentati chi le ha fatte e i malfattori?

Di solito alla fine metto sempre quel che per me potrebbe essere una soluzione, ma questa volta dovrei scrivere di rivoluzione e non mi voglio sbilanciare troppo.

Certo, come anche a livello nazionale un bello sciopero fiscale sarebbe estremamente efficace ma bisognerebbe farlo tutti: quando le cose non vanno e non vanno in questa maniera così radicata e diffusa, quando l'amministrazione cittadina è succube di quella nazionale, quando nessun partito può rappresentare davvero una svolta... ci sarà pure un quando, altrimenti è mai. 

avatar Alex Pojer 9 mesi fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.