Materiale
Informativo
2 anni fa
Piazza della Scala, 20121 Milano, Italia
2 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 1 persona.

Quel regolamento, del quale si discute dalla metà del 2015, poi da ottobre 2016 e reiterato in continuazione in una torma di consigli comunali sta diventando una macchietta, cosa della quale il verde milanese non ha certo bisogno.

Si tratta di un evento importante, anche per un comune che alla fine ha realizzato ben poco per la nostra zona negli ultimi cinque anni. Il verde urbano che che infatti abbiamo già c'era e quel poco di nuovo è soprattutto derivato dagli oneri di urbanizzazione.

Nella zona cinque, utilizzando i dati statistici del comune stesso, siamo sotto di circa un milione di metri quadri di verde urbano, sottolineo urbano, pur avendo le potenzialità per realizzarlo.

Ma forse è più amata e vissuta la parola arredo anziché verde; arredo urbano significa che un albero di settantanni vale quanto una panchina, forse meno.

Il regolamento del verde è perciò il nuovo punto di partenza per tentare quell'evoluzione ed emancipazione che manca.

Concludo, facendo notare quanto il regolamento del verde appaia ben poco considerato se comparato ad altri temi cittadini.

Si osserva però che nel comune di milano le cose più spinose sono quelle che slittano, slittano... allora il verde a Milano non è una questione banale, no di certo. 

Arrivo dunque e finalmente alla domanda: gentile assessore, ci racconta cosa sta succedendo e perché? 

Grazie sinceramente per la risposta.

avatar Andrea Giorcelli 2 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
avatar Oliverio Gentile 2 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
avatar Massimo Mulinacci 2 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
avatar Andrea Giorcelli 2 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.