Materiale
Informativo
11 anni fa
Via Corato, 2-26, 20132 Milano, Italia
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

CASE POPOLARI: CON LA RIMOZIONE DELL’AMIANTO PARTE LA RIQUALIFICAZIONE DECISA DAL COMUNE

Primi interventi nel quartiere Palmanova Casette

Milano, 24 settembre 2011 - Con la rimozione dell’amianto e la ristrutturazione delle case sono partiti  i lavori di manutenzione straordinaria negli alloggi Erp ( Edilizia Residenziale Pubblica) del quartiere Palmanova Casette. “Sono molto soddisfatta – afferma l’assessore alla Casa e Lavori Pubblici Del Comune di Milano Lucia Castellano - , con questa iniziativa ha inizio un piano complessivo di riqualificazione della case di proprietà del Comune di Milano”.

L’opera, affidata all’impresa ICG srl, ha un costo di 1700.000 euro e interessa le residenze di via Civitavecchia, via Rovato, via Bregno, Via Molfetta, via Corato, via Castano, via Recco.  Grazie alle misure di sicurezza adottate durante lo svolgimento dei lavori, non sarà necessario il trasferimento degli abitanti. La consegna dei lavori è fissata per il 9 novembre del 2012 e agli inquilini sarà consentito scegliere il colore con cui intonacare le loro abitazioni una volta terminata la manutenzione: una decisione presa in conformità con la storia di questi alloggi colorati costruiti dagli olandesi.

Sono conclusi, dopo un iter tormentato di oltre 4 anni, i lavori di ristrutturazione delle case Erp in via Pascarella Simoni, nel quartiere di Quarto Oggiaro. All’impresa titolare dei lavori sono stati assegnati altri 30 giorni per le opere di piccola finitura cui seguirà a novembre il collaudo con la presenza dell’assessore alla Casa e Lavori Pubblici del Comune di Milano Lucia Castellano. L’opera, finanziata per circa 9,5 milioni di euro, prevedeva rifacimenti delle facciate, coperture esterni, parti comuni degli impianti e immondezzai: i ritardi sono dovuti a due fallimenti avvenuti durante la gestione del cantiere.

“C’è rammarico per quanto accaduto – afferma l’assessore – ma al tempo stesso l’impegno di questa amministrazione perché quanto accaduto non si ripeta”.

Nessuna risposta inviata