Materiale
Informativo
11 mesi fa
Via Cogne, 20, 20157 Milano MI, Italia
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Balza alla cronaca l’incendio del palazzo di Vialba dove purtroppo ha perso la vita il giovanissimo Atiam Errafi.

Certamente le parole di cordoglio del Sindaco alla famiglia sono sincere e umanamente condivisibili  ma se questa morte avrà mai un senso, certamente no; essa deve almeno veicolare una nuova mentalità e nuove competenze nei municipi e nelle strutture sinergiche agli assessorati che hanno forti connotati tecnici. So che le disfunzioni partono da lontano, dalla gestione Aler, ma la giunta comunale, titolare di MM intervenga sui tanti, troppi palazzoni di Quarto Oggiaro e di Vialba per verificare se gli impianti antincendio e le vie di fuga sono in regola e correttamente funzionanti.

Gli impianti antincendio vanno manutenzionati e tenuti efficienti. Ci sono precise leggi oltre alle normative.

Decreto 3 agosto 2015 con riferimento al capitolo S.5 (Gestione della Sicurezza antincendio):

S.5.6.4 - Controllo e manutenzione di impianti ed attrezzature antincendio

1. Il controllo e la manutenzione degli impianti e delle attrezzature antincendio devono essere effettuati nel rispetto delle disposizioni legislative e regolamentari vigenti, secondo la regola dell'arte in accordo alle norme e documenti tecnici pertinenti e al manuale di uso e manutenzione dell'impianto e dell'attrezzatura.

Nota. L'elenco, non esaustivo, delle norme e documenti tecnici è reperibile nel paragrafo S.5.8.

2. Omissis.

3. Le operazioni di controllo e manutenzione sugli impianti e sulle attrezzature antincendio e la loro cadenza temporale sono almeno quelle indicate dalle norme e documenti tecnici pertinenti, nonché dal manuale d'uso e manutenzione dell'impianto.

4. La manutenzione sugli impianti e sulle attrezzature antincendio è svolta da personale esperto in materia…………………

Non so se vi siano delle responsabilità civili e penali che vanno oltre il responsabile della causa d'incendio perché non conosco i dettagli, ma certamente c’è una responsabilità morale che non può essere trascurata.

Mi auguro che persone competenti si occupino di questi aspetti davvero trascurati non solo ma particolarmente nelle aree periferiche dove il degrado sembra essere lontano dai proclami e vicino alla gente.

Gianluca Gennai

Nessuna risposta inviata