1 settimana fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Buongiorno.

Benché in grave ritardo " meglio tardi che mai ", parte il progetto di riqualificazione del quartiere periferico Adriano.

Quando sento parlare di rinascita di una scuola in periferia, non posso fare a meno di gioire. Si riaccende la speranza di rilancio che certamente deve partire dalle scuole la dove mancano o sono da ristrutturare, senza dubbio il primo passo da fare.

Con delibera 4066 del 31 Ottobre, pubblicata qui su partecipaMi, la direzione centrale unica degli appalti del Comune di Milano, ha approvato lo stanziamento per un totale di circa 15ML di Euro per la bonifica dei terreni e la costruzione di una scuola di primo grado in via Adriano.

Questo è un primo confortante passo che non deve fermarsi al quartiere Adriano, c’è da ristrutturare tante strade, c’è da potenziare i trasporti, c’è da ridare vita a quei luoghi di periferia degni di essere visitati e vissuti, ville, chiese, cascine che aspettano di essere ristrutturate e valorizzate.

Restituire l’identità storica, la sicurezza e la dignità ai quartieri di periferia deve essere l’impegno primario della Giunta attuale e delle Giunte a venire essendo l’unica possibilità per arginare il degrado in cui la Milano periferica é scivolata fino allo status di vera e propria emergenza urbana e sociale. Nelle periferie va indirizzata l’eccellenza e tutta la progettualità di cui siamo capaci con umiltà e a testa bassa, senza distrazioni per colmare almeno in parte il ritardo grave e l’incoscienza espressa dalla classe politica milanese negli anni passati, quando si è lasciato al profitto l’unica ragione del fare, prevedendone i danni collaterali in modo cinico, senza il minimo senso ne dello stato ne della ragione umana, un bieco guadagno del quale oggi Milano porta ancora i segni soprattutto nelle periferie.

Speriamo che tutto questo non accada mai più.

Gianluca Gennai.

Nessuna risposta inviata