Materiale
Informativo
1 settimana fa
1 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Si parla di astensione sprattutto nelle campagne elettorali, forse perché è l'unico momento nel quale riceve attenzione.

Astenersi non è immorale e nemmeno fa piangere i partiti.
E' un'antica pratica di critica silenziosa, che è stata aggirata e depotenziata negli anni.
Si sono cambiate le leggi elettorali, le preferenze e i conteggi; durante le legislature si privilegiano soprattutto le proprie minoranze con cura e attenzione a non fargli torti.
Così è, lo si vede anche dallo stile delle campagne elettorali: incontri dibattiti e manifestazioni popolate soprattutto dalle truppe cammellate. Le immersioni tra il "popolo" sono soprattutto volantinaggi.
Ci siamo adattati ad essere una minoranza che decide per tutti.
Ma cosa cambierebbe se sparisse l'astensione? Succederebbe che gli "zoccoli duri" sarebbero travolti da una massa di persone difficilmente governabile, massa attenta alle buone e cattive pratiche operate da chi è stato eletto. Non solo e non sempre, questa è politica ed è come il vento: ti porta dove vuoi ma va dove vuole.

Astenersi ha perso il proprio significato critico e di impegno ribelle, assimilandosi ad un generico menefreghismo.
Ma anche i menefreghisti ci rimettono.

 

avatar Stefano Vatti 1 settimana fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
buongiorno presidente, sarebbe bello approfonidre questo argomento magari con una chiacchierata di persona. non nego di avere in diversi casi scelto di affidarmi ai miei concittadini, considerando inopportuna...
avatar Luca Cateni 1 settimana fa
1 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 1 persona.
Sotto il 50% dei votanti si dovrebbe predisporre un meccanismo che affidi il potere esecutivo e poi legislativo a dei tecnici laici super partes, in carica per un tempo definito, che azzerino la classe politica...
avatar Elena Di Venosa 1 settimana fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Sono molto critica verso il sistema elettorale italiano: perché chi ha già una carica istituzionale in Italia dovrebbe candidarsi anche in Europa? questo vuol dire illudere gli elettori. E perché accettare un...
avatar Carla Basciano 1 settimana fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Astenersi significa dichiararsi vinti ancora prima di aver toccato palla. Significa aver perso la fiducia nella propria esistenza e nel proprio ruolo sociale... Signica non esistere... Anche no, grazie! 
avatar Cinzia Corti 1 settimana fa
1 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 1 persona.
L'astensione come  espressione storico-socio-antropologica o come danno culturale, anzi sub-culturale di una proiezione di se stessi all'interno di un  mondo fatto a modello di "Drive-in"? Per la seconda...
avatar Cinzia Corti 5 giorni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Dice bene. Astenesi ha perso il significato critico del gesto, perché un tempo significava: "dissento, perché non mi riconosco in quello che fai/dici." Ma mi riconoscevo nell'ideologia comune dello schieramento...
avatar Massimo Mulinacci 5 giorni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Ho letto i vostri preziosi contributi e coglierei l'invito di Stefano Vatti per incontrarci e parlare di partecipazione (e dei suoi nemici, tra i quali l'astensione). Troviamoci anche per per ascoltare insieme,...