L'unica soluzione possibile è quella di bloccare l'accesso alla città (tutta e non solo le zone centrali....e senza escamotage quali tickets e facilitazioni di vario tipo e genere). Per quanto riguarda il trasporto merci bisogna riscoprire ed aggiornare i famosi terminal alle porte della città ed all'uscita delle autostrade dove andrebbero consegnate le merci per il loro successivo inoltro al destinatario finale tramite veicoli elettrici (silenziosi e non inquinanti) già presenti sul mercato che potrebbero operare liberamente in città parcheggiando in appositi spazi e certamente non in doppia fila....o violando norme di circolazione o causando incidenti (pena confisca del mezzo e ritiro della licenza di accesso a vita). Per quanto attiene al trasporto pubblico bisognerebbe semplicemente aumentare le corse delle linee del metrò mentre quelle di superficie, beneficiando dell'assenza di traffico privato, aumenterebbero automaticamente il numero di corse effettuabili senza bisogno di grossi interventi e con un minor stress per gli autisti, i cittadini milanesi potrebbero usare i loro veicoli solo per uscire verso le tangenziali e le autostrade e, da qui, per rientrare alle loro abitazioni (con una vetrofania che ne identificherebbe la residenza), sarebbe inoltre possibile il loro utilizzo al sabato per la classica spesa. I comuni dell'interland dovrebbero (per forza..) istituire adeguati servizi di collegamento alle più vicine stazioni della metropolitana, delle ferrovie e delle autovie disponibili, ovviamente a loro spese utilizzando le tasse che le aziende milanesi versano già a detti comuni sugli stipendi dei loro cittadini che vengono a lavorare a Milano. Qualora questi comuni decidessero poi di adottare le stesse limitazioni deliberate da Milano, si verificherebbe un ulteriore sinergia che porterebbe ulteriori benefici all'ambiente senza peraltro alcun ulteriore impatto sui cittadini. Infine, gli effetti sul turismo sarebbero notevoli in quanto si potrebbero finalmente valorizzare le bellezze artistiche e storiche della nostra città rendendole molto più fruibili sia a piedi che in bicicletta (magari con una rete organica di piste ciclabili) o con i mezzi pubblici anche tramite speciali tariffe per i turisti. Lo stesso poi varrebbe anche per le varie manifestazioni importanti per la nostra città (settimana della moda, ecc.). Non ultimo, non più assillati dal traffico, dal rumore e dal caos, anche i cittadini diverrebbero più civili, cortesi e disponibili, riacquistando anche un senso di appartenenza nei confronti della "finalmente" loro Città.

Scritto 8 anni fa da
Non ci sono ancora sostenitori Collegati!

Legenda

  • marker image
    Urbanistica e territorio
  • marker image
    Ambiente, verde e paesaggio
  • marker image
    Muoversi a Milano
  • marker image
    Solidarietà, servizi, sicurezza
  • marker image
    Innovazione, ricerca, università
  • marker image
    Scuola, cultura e tempo libero
  • marker image
    Varie
  • marker image
    Discussioni non localizzate
  • marker image
    Più discussioni sullo stesso punto

Sostenitori