Conosco perfettamente la sensazione e il "feeling" che si prova a combattere contro questo mostro di inefficienza e clientelismo che è diventata la classe politica italiana.

Conosco perfettamente la voglia di "mandare tutti aff..." aspettando che il sistema imploda (o esploda) da solo.

Però conosco anche la voglia di "non dargliela vinta", che è il motivo per cui sono qui che scrivo, intervengo nei forum e cerco di far ragionare la gente che ormai sembra aver deciso di scollegare definitivamente il cervello.

E' per questo che non dobbiamo mollare.

Dobbiamo inondare le loro email di posta elettronica

Dobbiamo denunciare ogni singola inefficienza, corruzione, reato, omissione, colpa e sopruso.

Bisogna continuare imperterriti a lottare, ogni singolo giorno per ciò che riteniamo giusto.

Le cose si muovono, molto piano, ma si muovono. Qualche quotidiano "fuori dal coro" sta comparendo, alcune trasmissioni televisive stanno iniziando a fare il loro dovere, alcuni politicanti iniziano a fare "marcia indietro", qualche volto nuovo si vede all'orizzonte. Ben lontani dal paradiso, ma forse qualcosa inizia a smuoversi.

La cosa che più mi fa arrabbiare è che sono perfettamente cosciente che la maggioranza della popolazione è come noi: gente onesta, che si guadagna il pane onestamente e che vorrebbe solo più onestà e trasparenza. Il problema è farli uscire allo scoperto, smuoverli dal torpore (o dalla paura?) e far loro percepire il fatto che tutti insieme siamo infinitamente più forti della più forte delle mafie italiane.

E' proprio questo "fare massa critica" che più fa paura a chi gestisce il potere in questo modo indecente.

Giusto o sbagliato che sia, quello che succede in Egitto è la prova pratica che i cittadini sono una forza inarrestabile, se sono uniti e se lottano per uno specifico obiettivo (l'importante è che l'obiettivo sia giusto).

Con i loro esperti di "marketing" stanno facendo il possibile per dividerci come se fossimo allo stadio o per demotivarci come sta accadendo al sig. Righetti. Usano strumenti evoluti come, ad esempio, la manipolazione dei forum e dei sondaggi online ma noi non dobbiamo mollare.

Lo dobbiamo ai nostri figli (per chi li ha) o a noi stessi (per amor proprio e istinto di sopravvivenza).

Per concludere:

Una singola mail alla moratti va nel cestino

Dieci mail fanno la stessa fine

Cento mail arrivano sulla sua scrivania

Mille mail iniziano ad allarmare

Diecimila mail fanno paura.

Centomila mail fanno preparare i bagagli per ogni evenienza

Saluti e, mi raccomando, non mollate. E' questa, alla fine, la proposta!

Alberto

Scritto 8 anni fa da
Non ci sono ancora sostenitori Collegati!

Legenda

  • marker image
    Urbanistica e territorio
  • marker image
    Ambiente, verde e paesaggio
  • marker image
    Muoversi a Milano
  • marker image
    Solidarietà, servizi, sicurezza
  • marker image
    Innovazione, ricerca, università
  • marker image
    Scuola, cultura e tempo libero
  • marker image
    Varie
  • marker image
    Discussioni non localizzate
  • marker image
    Più discussioni sullo stesso punto

Problemi collegati

Sostenitori