Materiale
Informativo
10 anni fa
Via Illirico, 3, 20133 Milano, Italia
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Nella via Illirico il 24 marzo sono iniziati dei lavori di allacciamento del teleriscaldamento che hanno determinato la chiusura delle aree di parcheggio per circa 1/4 della via.

Tempi di occupazione segnalati sul cartello: dal 1 marzo al 29 aprile. E già qui non mi tornano i conti: hanno messo i cartelli di avviso il 22 marzo, mah

Nel cantiere è presente di media un  lavoratore qualche ora al giorno e neanche tutti i giorni. Possibile che non si riesca ad iniziare un'attività e terminarla evitando di prolungare il divieto di sosta in una zona in cui non ci sono parcheggi?

Due giorni fa ho segnalato ad A2A una perdita di gas sulla via. Sono usciti subito, hanno trovato le perdite, il giorno dopo hanno transennato e bucato: tempi: 9 giorni. Hanno lavorato ieri fino al primo pomeriggio e oggi non si è visto nessuno: altri posti sottratti al parcheggio.

Ma non ci sono delle regole che impongano alle ditte appaltatrici di iniziare e finire il lavoro?

DOMANDA: A2A farà ricoprire i buchi con asfalto che in breve tempo si sfalderà, farà buche enormi fin quando il comune non provvederà a rifare l'asfalto: non sarebbe più economico imporre di posare subito un asfalto decente?

IL SENSO CIVICO: c'è chi sposta le transenne per farsi spazio e le posiziona in modo da rendere il parcheggio regolare, c'è chi sposta la transenna per riservarsi il posto e via dicendo: è sconfortante la mitica furbizia italiana

Nessuna risposta inviata