3 settimane fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Martedì 3 marzo una delegazione della nostra Associazione CCC è stata ricevuta dall'Assessore del Comune di Milano alla Partecipazione, Cittadinanza Attiva ed Open Data.
Lorenzo Lipparini, insieme al suo funzionario dott. Eugenio Petz, ci hanno accolto con la consueta disponibilità dedicandoci il tempo necessario per la presentazione dei nuovi progetti 2020 della nostra Associazione CCC.
Erano presenti oltre al Presidente CCC 3 degli altri attuali consiglieri, nostri referenti interni dei progetti specifici, più 2 ospiti esperti cinofili che collaborano con la nostra associazione per uno dei progetti di cui sopra.
Clima come sempre cordiale e di grande attenzione per ciò che abbiamo presentato (i presenti, chi alla prima esperienza di incontro con amministratori, chi reduce da molti altri incontri sono rimasti stupiti dall'attenzione e dalle prospettive di collaborazione ottenuti ma ciò, secondo me, è frutto di serietà progettuale e pragmatismo, cosa che ci ha sempre contraddistinto come associazione).
Veniamo ai dettagli che interessano i nostri concittadini:
 
  1. Rilancio Progetto educativo scolastico Time Out con fondi privati/bandi (già con patrocinio del Comune)
  2. Progetto in essere "Forchette Verdi a Milano, a tavola con il pianeta" vincitore di un bando con fondi europei No Planet B dove ci adoperiamo per diffondere una alimentazione sostenibile attraverso una "App" apposita che definisce il grado di incidenza dei nostri pasti e scelte per l'ecosistema globale sino all'applicazione di mini orti urbani personali/condominiali con la nuova tecnica dell'orto-bioattivo 
  3. Progetto di educazione cinofila urbana con professionisti certificati a fronte dell'ultima delibera comunale per un regolamento per i proprietari di razze mordaci ritenuto dai nostri esperti degno di interventi immediati per sanare lacune ed effetti che vanno nella direzione opposta a quella prospettate.
  4. L'"esigenza" ormai improcrastinabile da parte della cittadinanza, attiva e non, di riattivare una figura istituzionale (Difensore Civico) per sanare lo strappo sempre più evidente con gli eletti e le loro decisioni, soprattutto per quelle unilaterali che spesso ricadono nei loro effetti finanziari nelle tasche dei cittadini e nel loro quotidiano che, raramente, hanno la possibilità di partecipare alle decisioni e contestare le stesse se ingiuste o dannose, proponendo qualificate e valide alternative.
 
Ci è stato comunicato che l'Assessorato sta lavorando su una nuova revisione migliorativa del regolamento sugli strumenti di partecipazione del Comune di Milano per rinforzarlo ulteriormente in alcuni passaggi basici (CCC li definisce la palestra della partecipazione): istanze, interrogazioni, petizioni. Finalmente si prevede la raccolta "on line" (sul sito istituzionale del Comune) anche se senza una campagna informativa capillare continuerà ad essere materia per pochi intimi. Si studierà anche la possibilità di allargare la parte decisionale per nuove iniziative in diversi ambiti urbani alla cittadinanza con appositi strumenti digitali.
CCC ha comunicato all'Assessore ed al suo stretto collaboratore una propria iniziativa progettuale che coinvolge altri soggetti nel pieno spirito del "fare rete" che, seppur al primo ascolto, è stata accolta con interesse da parte dei nostri interlocutori istituzionali.
 
Proseguiremo nei prossimi mesi nel lavoro di messa a punto per poi poterla presentare in una forma immediatamente fruibile dall'intera cittadinanza, sempre nel rispetto delle regole e delle istituzioni seppur tenendo in primo piano le esigenze della cittadinanza e le potenzialità delle intelligenze civiche.
Sarebbe un passaggio epocale dove nuovamente  la nostra Milano potrebbe essere il primo esempio nazionale per questa nuova iniziativa di partecipazione attiva di qualità che nasce fuori dalle istituzioni preposte.
 
Un sincero ringraziamento all'Assessore Lipparini ed al suo Staff per il tempo dedicatoci.
 

                           Luca Vinti

            Presidente Associazione
Confederazione Cittadinanza Consapevole

Nessuna risposta inviata