Materiale
Informativo
8 anni fa
Piazza Santa Maria Nascente, 21, 20148 Milano, Italia
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

COMMERCIO. PUBBLICATO IL BANDO PER IL MERCATO DI QT8, DEDICATO AI PRODOTTI A FILIERA CORTA E KM ZERO

Milano,  25  novembre  2011  – I prodotti a filiera corta e km zero trovano casa  al "Mercato Coperto QT8". È stato pubblicato oggi, sull’Albo Pretorio e  sul sito del Comune di Milano, il bando per l’assegnazione dell’immobile di  via  Isernia  5  per la realizzazione di una nuova struttura di vendita interamente dedicata all’agroalimentare.

"Questo  bando  rappresenta  il  primo  passo  di  una  più ampia strategia mercatale,  che consentirà di dar vita a realtà in cui viene esercitata una vendita   'tipicizzata'.   Una  modalità  commerciale  non  solo  utile   e vantaggiosa  per i cittadini, ma anche e soprattutto volta a promuovere una più  ampia  e  corretta  cultura  alimentare  capace  di coniugare le tante eccellenze  produttive presenti sul territorio milanese e lombardo", spiega l’assessore   al   Commercio,   Attività   produttive,  Turismo,  Marketing territoriale Franco D’Alfonso.

Il   bando   prevede  l’affidamento  dell’immobile  a  un  unico  operatore economico,  sia  esso  un  soggetto  singolo, un’impresa, un consorzio o un raggruppamento d’imprese.
I  progetti  commerciali,  che  saranno  presentati  per  il nuovo "Mercato Comunale  Coperto  QT8",  dovranno  necessariamente impiegare almeno il 60% della  superficie  complessiva  per  la  realizzazione  di punti vendita di prodotti  alimentari  a  km  zero, a filiera corta e artigianali, mentre un massimo  del  30%  sarà destinato a spazi per la somministrazione di cibi e bevande  tipici  dell’enogastronomia  italiana di qualità. Il rimanente 10% della superficie totale dovrà essere pensato per ospitare aree aggregative, culturali e formative, per rendere la struttura parte integrante della vita economica e sociale del quartiere.
L’aggiudicatario del bando, a fronte di una concessione di 15 anni a un canone  annuo non inferiore a 103.500 euro, dovrà provvedere a effettuare i necessari interventi di ripristino strutturale e di  adeguamento dell’immobile  nel rispetto delle prescrizioni tecniche indicate nel bando.
Il  progetto  di ristrutturazione dovrà inoltre essere eseguito entro i 250 giorni successivi al provvedimento di aggiudicazione.

0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
avatar Oliverio Gentile 8 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
avatar Giovanni Frigieri 8 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
avatar Igor Daldosso 7 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.