Materiale
Informativo
8 anni fa
Via Magolfa, 32, 20143 Milano, Italia
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

CASA, INAUGURATO NUOVO STABILE ERP IN VIA MAGOLFA. GUIDA E CASTELLANO CONSEGNANO ALLE FAMIGLIE LE CHIAVI DI 21 ALLOGGI

Milano, 30 marzo 2012 - Le chiavi di 21 nuovi appartamenti sono state consegnate ad altrettante famiglie dalla vicesindaco Maria Grazia Guida e dall’assessore alla Casa e Demanio Lucia Castellano, in via Pichi-Magolfa, zona Navigli.
All’inaugurazione dello stabile di edilizia popolare, che si è svolta alla presenza del Consiglio di Zona 6, dei consiglieri della Commissione Casa e Demanio e dei sindacati inquilini, hanno partecipato anche il Presidente di Aler Loris Zaffra e il Direttore generale Domenico Ippolito.

“La consegna di questi appartamenti - ha dichiarato il Sindaco Giuliano Pisapia – mi rende orgoglioso perché dimostra concretamente il nostro impegno per dare un reale aiuto alle famiglie, soprattutto a nuclei con figli, in questo difficile momento di crisi economica. Sviluppare e sostenere l’edilizia residenziale pubblica è per noi una priorità, e certamente proseguiremo su questa strada, per rispondere ai tanti bisogni presenti nella nostra città. Via Magolfa si trova in una zona storica e bellissima di Milano, a due passi dalla Darsena, un altro luogo che presto sarà riqualificato. Da oggi 21 famiglie hanno un nuovo alloggio che, sono convinto, farà loro ritrovare un po’ di serenità. Grazie a tutti coloro che hanno lavorato per rendere possibile la consegna  di questi appartamenti“.

“La nostra Amministrazione – ha evidenziato la vicesindaco Maria Grazia Guida – è impegnata sul fronte del diritto alla casa con una particolare attenzione alle giovani generazioni. Per questo dare una possibilità abitativa a queste famiglie è un’operazione di grande valore sociale. Altrettanto importante è la collocazione di questi alloggi in una zona di pregio della città, a dimostrazione che l’edilizia residenziale pubblica non va confinata in periferia, ma deve attraversare tutti i quartieri. Anche così costruiamo coesione sociale”.

“È una grande gioia – ha dichiarato l’assessore Castellano – poter consegnare le chiavi di casa a famiglie che erano in lista d’attesa per un alloggio popolare. In un momento di crisi economica e di emergenza abitativa, è un nuovo segnale di attenzione da parte della Giunta, dopo l’inaugurazione dei 48 alloggi di via Gonin consegnati a dicembre. Lo stabile di via Magolfa era pronto da due anni, ma è rimasto chiuso e inutilizzato senza che la precedente Amministrazione ne decidesse la destinazione. Siamo riusciti a preservarlo dalla vendita e a destinarlo esclusivamente all’edilizia popolare. Così che a partire da oggi queste famiglie abiteranno in una zona semi-centrale della città e in alloggi nuovi di zecca”.

Gli alloggi sono assegnati per la maggior parte a famiglie con minori (una sola coppia senza figli), mentre gli altri sono destinati a persone sole (anziani e o soggetti con disabilità).

Il nuovo edificio di edilizia residenziale pubblica rientra in un Piano di Recupero urbano realizzato da un privato in un’area un tempo in forti condizioni di degrado. Complessivamente il progetto prevede la costruzione di stabili a destinazione residenziale nell’area compresa tra le vie Magolfa, Pichi, Gola e l’Alzaia Naviglio Pavese. E comprende come opere a scomputo oneri, oltre alla realizzazione di uno stabile da cedere gratuitamente al Comune di Milano, anche la ristrutturazione di un fabbricato esistente e la realizzazione di un livello interrato destinato a parcheggi.

Responsabile del Piano di recupero urbano è l’Immobiliare ‘Fabrica’, già operativa sul fronte sociale con la realizzazione di residenze per anziani, centri di ricerche, campus universitari. Per questo intervento particolare attenzione è stata posta al rispetto di un’area storica milanese, come quella di Magolfa, e delle architetture esistenti.

Nessuna risposta inviata