Materiale
Informativo
10 anni fa
Viale Fulvio Testi, 219, 20162 Milano, Italia
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

Ex Manifattura tabacchi

Partiti i lavori per la nuova sede della Scuola del cinema e della cineteca italiana

Da settembre 2013 nascerà la cittadella per lo sviluppo dell’arte cinematografica

Milano, 20 agosto 2012 – Tra un anno sarà pronto il nuovo Polo cine visuale in viale Fulvio Testi, nell’ex Manifattura Tabacchi. Da un mese sono partiti i lavori dell’edificio che ospiterà la nuova sede della civica Scuola di Cinema e Televisione e la Fondazione Cineteca Italiana. L’area della ex Manifattura Tabacchi, che ospita già il Centro Sperimentale di Cinematografia, sarà una vera e propria cittadella per lo sviluppo dell’arte e della tecnica cinematografica e audiovisiva.

Oggi l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca Cristina Tajani ha visitato l’area: “Si tratta di uno spazio molto ampio e bello che siamo lieti dedicare alla Scuola di Cinema e ai giovani. La scuola entrerà nella nuova sede a partire dal settembre 2013. Lo spostamento della Scuola dall'attuale sede di via Colletta fa parte del percorso di rilancio delle Scuole civiche riunite in Fondazione Milano che abbiamo avviato da un anno a questa parte".

La nuova sede della civica Scuola di Cinema e Televisione sarà moderna, funzionale, attrezzata, facilmente accessibile e permetterà a insegnanti e studenti di stringere una maggiore sinergia con gli altri operatori del settore.

Oltre agli spazi dedicati alla Scuola e della Cineteca, il Polo sarà composto anche da sale espositive, laboratori, depositi, una caffetteria, una mediateca e un auditorium, sale di posa flessibili, uno spazio polifunzionale e un incubatore di impresa e di talenti che potranno avere a disposizione le apparecchiature tecniche per realizzare start up delle loro attività nel campo della comunicazione e dei new media. Ci sarà anche un’ampia area esterna che ospiterà eventi protetti da una tensostruttura removibile all’interno di un giardino con alberi e piante, che diventerà molto gradevole da frequentare nella stagione calda.

L’immagine video sarà l’elemento unificatore di tutto il complesso attraverso l’installazione di schermi, sui quali verranno proiettati filmati inerenti a mostre, eventi, produzioni cinematografiche relative alla scuola e al centro.

La ristrutturazione sarà realizzata con materiali a basso impatto ambientale per la coibentazione termica ed acustica dei locali, vernici e materiali a basse o nulle emissioni inquinanti, intonaci traspiranti di calce idraulica naturale, la regolazione del microclima.


avatar Elena Di Venosa 10 anni fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Il progetto promette bene. Spero che si riconsideri anche l'area espositiva. Ho visitato il museo del cinema un paio di mesi fa e non mi ha convinta. Dopo aver visto quello grandioso di Torino, sono rimasta...