1 mese fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.

Buongiorno, da un po’ di tempo mi sto chiedendo come mai l’amministrazione cittadina, sempre alla ricerca di novità per una mobilità sostenibile, non abbia anche pensato a delle “oasi” di parcheggio custodito per biciclette, e-Bike, e monopattini privati.
Purtroppo i furti in città dei mezzi privati (e non) sono molto frequenti, e una stessa bicicletta, se non è vecchia o economica può durare legata ad un palo poche ore, al massimo qualche giorno, poi ..... sparisce.

Conosco gente che non compra una e-Bike, che sarebbe veramente molto comoda, perché, visto il costo, sarebbe impossibile lasciarla parcheggiata in giro senza brutte sorprese.

Quindi perché non creare piccole aree con rastrelliera con massimo un centinaio di posti in cui parcheggiare questi mezzi, con una modica spesa di anche 1, massimo 1,5 euro al giorno.
Potrebbero essere dati in concessione a persone senza lavoro a cui si potrebbe consentire un guadagno, anche esentasse (ma con scontrino per il ritiro), per un servizio di sorveglianza garantito per almeno 10 ore.

Magari anche una tettoia fotovoltaica e 2 telecamerine che registrano l’area di parcheggio farebbero da contorno, con la possibilità di ricarica per i mezzi elettrici.

Sono certa che molte più persone userebbero questi mezzi alternativi, ora più che mai, data la problematica di sovraffollamento sui mezzi pubblici.

avatar Luca Vinti 1 mese fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
Un'idea intelligente, utile e molto pragmatica rispetto ad una esigenza che, dopo la grossa mole di ultimi...
avatar Barbara Fumagalli 2 settimane fa
0 consensi
Segnala Segnala come rilevante - Segnalato rilevante da 0 persone.
La cosa bizzarra, da cui la proposta, è che moltissima gente finisce con usare gli incentivi per acquistare...